Free ShipmentWarranty 24 monthsMade in Italy

Tag Archives: teatro per bambini

festival3

Il fine settimana di Ocarina #23 – Festival Internazionale “Visioni di futuro, visioni di teatro…”

Questo fine settimana vi segnaliamo un evento imperdibile pensato soprattutto per famiglie con bambini piccoli. Si tratta del Festival internazionale di teatro e cultura per la prima infanzia “Visioni di futuro, visioni di teatro…”che si tiene al Teatro Testoni Ragazzi di Bologna da sabato 24 febbraio al 5 marzo. Dieci giorni dedicati al teatro per bambini da zero a sei anni con 26 spettacoli in 42 repliche, presentati da 20 compagnie e con artisti e operatori da quattro continenti.

Ricco anche il calendario degli appuntamenti con la formazione e l’aggiornamento per gli adulti, con laboratori d’arte per educatori e insegnanti, conferenze e focus su esperienze internazionali, dedicati a Cuba e alla Norvegia. 

Per i bambini la novità di quest’anno è la presentazione dei primi cinque spettacoli Wide Eyes, realizzate da 5 differenti paesi,  Belgio, Danimarca, Italia, Polonia e Romania, con l’intento di ritrovare la capacità di stupore dei bambini nella pratica artistica, mettendola al centro della produzione teatrale dedicata alla prima infanzia. Wide Eyes, infatti, è l’azione di  coproduzione  del progetto “Small Size – performing arts for early years finanziato dal programma Creative Europe dell’Unione Europea, che ha l’obiettivo di diffondere il teatro per i più piccoli e impegna La Baracca-Testoni Ragazzi come capofila.
Tra le 11 compagnie straniere spicca poi la forte presenza di ospiti dal continente africano, coi sudafricani Magnet Theatre e Pillow Fort Production, assieme alla Compagnia Shazama dal Camerun.

In occasione del Festival sei giovani artisti, provenienti dall’estero e da diversi ambiti disciplinari, avranno la possibilità di incontrare i bambini all’interno dei nidi e delle scuole d’infanzia. È “Artist meet early years”, un’opportunità per testare il proprio lavoro, raccogliere reazioni, incrementare la propria personale ricerca artistica stando a diretto contatto coi più piccoli.  Con “Open Window”, invece, un gruppo di artisti di Assitej Cuba incontrerà da vicino nuove esperienze di teatro per i piccolissimi. 

Di seguito segnaliamo gli spettacoli in programma questo fine settimana:

Venerdì 24 febbraio
ore 18.30 – da 3 a 6 anni
EKHAYA / Casa. Una produzione Magnet Theatre (Sudafrica). Canti coinvolgenti ispirati a diverse tradizioni sudafricane creano uno spettacolo che esplora la relazione fra i bambini e lo spazio domestico.

Sabato 25 febbraio
ore 10 – da 2 a 5 anni
MEKAIH / Le Strade del legno. Una produzione Magnet Theatre (Camerun). Semi, radici, alberi, legna da ardere, bastoni e carta: queste sono le molteplici vite del legno. Lo spettacolo porta i piccoli spettatori alla scoperta delle caratteristiche di questo materiale, così amichevole, melodioso e flessibile a prescindere dalla forma. Davanti agli occhi dei bambini si aprirà un mondo di suoni e ritmi, di motivi e disegni sulla vita del legno nel mondo.
ore 11 – da 2 a 5 anni
JUST HERE / Proprio qui. Una produzione Pillow Fort Production (Sudafrica). Just Here è uno spettacolo di burattini. Racconta la storia della piccola Kodu, che non può alzarsi dal letto fino a quando, con un po’ di magia, la fantasia e i burattini danno vita al suo mondo.
ore 18 – da 4 a 8 anni
L’ARPA MAGICA. Una produzione La Baracca – Testoni Ragazzi. Una dolce storia d’amore, che in un intreccio magico di suoni, danze e parole, rivelerà i misteri del bosco.

Domenica 26 febbraio
ore 10 – da 2 a 5 anni
MEKAIH / Le Strade del legno
ore 11 – da 1 a 4 anni
UNA STORIA SOTTOSOPRA. Una produzione La Baracca – Testoni Ragazzi. Due personaggi surreali abitano su piani diversi, si muovono su lati opposti e osservano le cose da due diversi punti di vista.
ore 16.30 – da 1 a 4 anni
PERNUTA SOMNOROASA / Piccolo cuscino assonnato. Una produzione Teatrul Ion Creanga (Romania). Gli occhi dei bambini sono sempre spalancati, e quando arriva l’ora di dormire, si spalancano ancora di più! Quando le luci si spengono, i bambini accendono l’immaginazione, e le storie spiegano le loro ali. Nelle ore del mistero e della meraviglia si inventano nuovi giochi.
ore 17.30
EKHAYA / Casa – da 3 a 6 anni

Qui è possibile trovare il programma completo di tutti gli appuntamenti del Festival.

Per informazioni e prenotazioni: 051 4153700 dal martedì al venerdì dalle ore 14.00 alle 17.00.

ilbagnetto HD_04 rit

Il fine settimana di Ocarina #17 (13-14-15 gennaio)

In questi giorni di freddo con temperature così inclementi che cosa c’è di meglio che andare a teatro con i nostri bambini? Dopo un’attenta ricerca di spettacoli adatti ai più piccoli, partiamo per Bologna, dove al Teatro Testoni Ragazzi, la compagnia La Baracca propone un programma di appuntamenti pensati esclusivamente per la prima infanzia. Attiva ormai da 40 anni La baracca è una delle rare compagnie in Italia e all’estero attente a questa fascia d’età tanto che negli anni ha reso il Teatro Testoni un punto di riferimento nazionale e internazionale nel settore. 

Anche questo fine settimana gli spettacoli proposti sono molto interessanti e siamo certi che con la loro semplicità,ma allo stesso tempo una notevole qualità artistica, riusciranno a coinvolgere i giovani spettatori.

Il primo appuntamento è venerdì 13 alle 21,00 con Robin Hood, diretto da Valeria Frabetti. Lo spettacolo consigliato soprattutto ai bambini da 6 a 10 anni, racconta la storia del Principe dei ladri, Signore della foresta, Re dell’estate. Robin Hood è una leggenda, un sogno, un’utopia di gioco, di giustizia e d’amore. Tutti abbiamo un piccolo Robin nascosto nel nostro cuore e forse anche un piccolo, cattivissimo sceriffo che ogni tanto si affaccia in un angolo oscuro della nostra anima.

Sabato 14 gennaio alle 16,30 è in programma “Avventure nel frigorifero” un appuntamento per bambini molto piccoli, da 1 a 4 anni, che mette in scena un’avventura surreale attraverso un gioco di trasformazioni e apparizioni.Tutto nasce in una cucina normale, una cucina come tante. Una cucina con un frigorifero, un tavolo, una stufa, delle sedie… All’improvviso arriva un messaggio: è una richiesta d’aiuto! Il messaggio è portato da messaggeri imprevedibili. Sono i mobili della cucina ad animarsi e a diventare i “messaggeri”.
Qualcuno sta chiamando, sta chiedendo aiuto e non si può non ascoltare, bisogna partire per trovare la fonte di quel richiamo. Si deve partire insieme ai messaggeri… È così che i mobili della cucina si trasformeranno, diventando mezzi di trasporto o luoghi lontani.
Ha inizio l’avventura che, come in una caccia al tesoro, si svilupperà di tappa in tappa. Durante il viaggio si incontreranno tanti animali, reali e fantastici, che aiuteranno nella ricerca fino a raggiungere proprio chi chiedeva aiuto… 

Infine domenica 15, alle 16,30 sarà in scena “Il bagnetto”, un divertente spettacolo, consigliato a bambini dai 4 agli 8 anni. Due uomini attendono impazienti il proprio turno a una toilette pubblica che tarda a liberarsi.
Stanchi di aspettare, decidono, anche per curiosità, di entrare nel bagno riservato ai bambini…
Una specie di incantesimo, uno strano gioco di proporzioni e di dimensioni, porterà i due protagonisti dentro un bagno enorme, molto più grande di loro, tanto da farli apparire al pubblico alti quanto un bambino.
All’inizio, anche se stupiti e a disagio, i due manterranno un comportamento “da adulti”, facendo finta che non ci sia nessun problema a lavarsi le mani in un lavabo alto tre metri.
Poi, quasi inconsciamente, ritroveranno un atteggiamento ludico che li porterà a divertirsi giocando con oggetti giganti. 

Oltre ad un programma ricco di eventi che si tengono per tutta la stagione teatrale 2016-2017, uno degli appuntamenti più importanti portati avanti ormai da 13 anni dalla Compagnia La Baracca, è il Festival internazionale di teatro e cultura per la prima infanzia “Visioni di futuro, visioni diteatro…” che si terrà dal 24 febbraio al 5marzo 2017.

Ci diamo quindi appuntamento per fine Febbraio per questo bellissimo vento!

teatro-dei-colori

Il fine settimana di Ocarina #12 (27 novembre) Le domeniche da favola

Questo fine settimana andiamo in Abruzzo, perché il 27 novembre al Teatro dei Marsi di Avezzano inaugura la quinta edizione della rassegna “Le domeniche da favola”. L’iniziativa è organizzata dal Teatro dei Colori – Centro di produzione, ricerca e pedagogia nello spettacolo che per l’occasione annuncerà il riconoscimento per il 29° anno consecutivo da parte del MIBACT – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – come struttura culturale professionale di ambito nazionale. Complimenti!

L’iniziativa, che nelle scorse stagioni è stata molto apprezzata dal pubblico, ha in programma tanti spettacoli per bambini e famiglie e prevede sei titoli, dai classici di Hans Christian Andersen, Esopo, Fedro, La Fontaine, Fratelli Grimm, ai racconti di altri continenti. Il 27 novembre si inaugura la rassegna con il “Brutto anatroccolo” (Teatro dei Marsi, ore17.00) che sarà portato in scena dal  Tib Teatro di Belluno. Lo spettacolo rivisiterà la celebre favola di Andersen, dando vita ad un’originale drammaturgia musicale che, pur raccontando la fiaba tradizionale, comporrà le esperienze personali dei protagonisti con le migliori canzoni del pop italiano.

Nella rappresentazione teatrale si parla del bisogno d’amore negato, della scoperta di sé stessi, della bellezza che c’è in ognuno, fino al volo finale del bellissimo cigno. E’ quindi una spinta a mutare lo sguardo in qualcosa di nuovo che sappia vedere la bellezza nascosta, in ogni persona, riconoscendo e accogliendo il bisogno di amore altrui.

“Le domeniche da favola” proseguiranno poi il 18 dicembre con “Il tenace soldatino di stagno” (La Fontemaggiore di Perugia); il 15 gennaio 2017 con “Mulan e il drago” (Teatro dei Colori di Avezzano); il 29 gennaio con “Le favole della saggezza” (I teatrini di Napoli); il 12 febbraio “I musicanti di Brema” (Le Giravolte di Lecce) e, infine, il 5 marzo con “Simbad il viaggiatore” (Bottega gli apogrifi di Foggia).

Le attività si svolgeranno con il contributo del Comune di Avezzano, dell’Assessorato alla Cultura e dell’Ufficio Teatro e avranno rapporti istituzionali con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Regione Abruzzo.

Da non perdere 😉